cebnews.eu

Credenziali online per l’apprendimento

Le credenziali online per l’apprendimento sono credenziali digitali che vengono offerte al posto di credenziali cartacee tradizionali per una competenza o un risultato scolastico. Sono direttamente collegati allo sviluppo accelerato delle tecnologie di comunicazione su Internet, allo sviluppo di badge digitali, passaporti elettronici e massicci corsi online aperti (MOOC).

Le credenziali online hanno la loro origine nel concetto di risorse educative aperte (OER), che è stato inventato durante il Forum su Open Courseware per l’istruzione superiore nei Paesi in via di sviluppo tenutosi nel 2002 presso l’UNESCO. Nel corso del decennio successivo il concetto OER ha ottenuto una significativa trazione, e questo è stato confermato dal World Open Educational Resources (OER) Congress organizzato dall’UNESCO nel 2012. Uno dei risultati del congresso è stato quello di incoraggiare l’open licensing di materiali educativi prodotti con pubblico fondi. Le licenze Creative Commons forniscono la necessaria standardizzazione per le autorizzazioni di copyright, con una forte enfasi sullo spostamento verso la condivisione e l’apertura delle licenze.

Le credenziali basate su test hanno guadagnato popolarità sia nel mercato online, sia nella programmazione e attività altamente tecniche. Queste credenziali si ottengono effettuando test a scelta multipla o basati su progetti in varie aree di competenza.

I badge consentono alle persone di dimostrare abilità lavorative, risultati formativi, completamento del corso online o qualsiasi altra cosa che un creatore di badge decide. Il concetto è ancora abbastanza flessibile e indefinito. I badge supportano la cattura e la traduzione dell’apprendimento in tutti i contesti; incoraggiare e motivare la partecipazione e i risultati dell’apprendimento; e formalizzare e migliorare gli aspetti sociali esistenti dell’apprendimento informale e basato sull’interesse. In Europa, dal 2000, il lavoro del CEDEFOP e l’adozione nel 2009 delle Linee guida europee per la convalida dell’apprendimento non formale e informale hanno sostenuto lo sviluppo di politiche e programmi periodicamente monitorati attraverso l’inventario europeo sulla convalida di non formale e informale apprendimento. I badge online o digitali non sono dissimili dal concetto del CV Europass. Con i badge aperti il ​​processo è più decentralizzato e rimosso dai tradizionali organismi di garanzia della qualità: una critica ai badge aperti, come quelli sviluppati da Mozilla, è che mancano di una credibile componente di garanzia della qualità. Sul lato positivo, i badge aperti sono gratuiti e consentono l’inclusione di varie forme di apprendimento, incluso l’apprendimento non formale e informale.

Tra le credenziali alternative, i certificati online attualmente comandano il valore più alto e sono quasi paragonabili a un diploma tradizionale. Guadagnare un certificato online da un college online, un’azienda o un’organizzazione specifica del settore è in genere molto più complicato rispetto alle altre credenziali. I certificati sono spesso connessi a funzioni di lavoro specifiche. Molti di questi certificati sono stati creati da aziende come Cisco, IBM o Microsoft per soddisfare le proprie esigenze o le esigenze dei propri clienti.

Le sfide future per il concetto che sono state identificate comprendono il modo in cui il processo di emissione e di guadagno per i badge è garantito per la qualità; la centralizzazione (o meno) del processo di emissione del badge e la legittimità di qualsiasi organizzazione che si occupa di esso; il modo in cui gli emittenti di badge utilizzano lo standard aperto per garantire che i discenti mantengano il controllo e i badge rimangano interoperabili; e il modo in cui i badge verranno utilizzati e riconosciuti da istituti di istruzione, imprese e singoli individui.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top