cebnews.eu

ISO / IEC 19788

ISO / IEC 19788 Tecnologia dell’informazione – Apprendimento, istruzione e formazione – I metadati per le risorse di apprendimento sono uno standard multiparte preparato dal sottocomitato SC36 del Comitato tecnico congiunto ISO / IEC JTC1, Tecnologia dell’informazione per l’apprendimento, l’istruzione e la formazione. Questo comitato è stato creato per affrontare le conseguenze di una sostanziale sovrapposizione in aree di standardizzazione fatte dall’Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO) e dalla Commissione elettrotecnica internazionale.

L’ISO 15836 Dublin Core (DC) e IEEE 1484.12.1-2002 Learning Object Metadata (LOM) sono ampiamente utilizzati per descrivere le risorse di apprendimento. Tuttavia, l’interoperabilità tra insiemi di dati DC è impegnativa, in quanto le migliori pratiche sono raccomandate. Invece di utilizzare ISO 8601, un elemento Date DC può essere scritto in linguaggio semplice e non elaborato da query. Le definizioni ambigue rappresentano un’altra sfida poiché gli elementi dei dati e i valori del vocabolario possono essere interpretati in modo soggettivo. Ad esempio, DC Date può essere collegato a tempo di creazione delle risorse, aggiornamento o pubblicazione. In LOM, l’elemento Cost può avere solo valori “sì” o “no”. Questo vale anche per i record LOM poiché sono basati su un’ampia varietà di profili di applicazione. Lo standard ISO / IEC 19788 è inteso a fornire una compatibilità ottimale sia con DC che con LOM e supporta requisiti di adattabilità multilingue e culturale da una prospettiva globale. Lo standard ha due scopi principali:

Per evitare ambiguità e fornire interoperabilità, gli elementi di dati delle risorse di apprendimento dei metadati (MLR) sono documentati utilizzando gli attributi.

Il Resource Description Framework è un metodo per la descrizione concettuale delle informazioni sui metadati. Le asserzioni su una risorsa di apprendimento sono fatte usando le triple (soggetto, predicato, oggetto) dove il soggetto rappresenta la risorsa di apprendimento, il predicato è un identificatore di proprietà e l’oggetto è il valore della proprietà. In una tripla MLR, il soggetto è sempre il letterale di un identificatore della risorsa di apprendimento, come un URI o un ISBN. Il predicato è anche un letterale, l’identificatore di specifica di dati di dati MLR (DES). Ad esempio, ISO_IEC_19788-2: 2011 :: DES0100 ci dice che questo DES può essere trovato nella parte 2 dello standard e DES0100 è l’elemento di dati utilizzato per identificare il titolo della risorsa di apprendimento. Infine, l’oggetto può essere un letterale (in questo esempio, il titolo del libro) o una classe di risorse (un insieme di valori accettati, come un elenco di identificatori di termini da un elenco di vocaboli controllati). I computer possono facilmente connettersi e interrogare le informazioni strutturate dei dati collegati. Ad esempio, un insegnante che desidera annotare una risorsa didattica può farlo una singola tripla RDFa. Un servizio di repository potrebbe raccogliere tutte le informazioni su una determinata risorsa di apprendimento da un’ampia varietà di fonti esterne, fornendo informazioni molto più dettagliate rispetto a un singolo record di provider.

Fornisce principi, regole e strutture per la specificazione della descrizione di una risorsa di apprendimento

Fornisce un livello di base costituito dal set di 15 elementi di dati per la descrizione delle risorse di apprendimento, dalla ISO 15836: 2009 Insieme di elementi di metadati Dublin Core, utilizzando il framework fornito nella Parte 1.

Specifica, aggiungendo vincoli all’utilizzo di alcuni elementi di dati, come il set di elementi ISO / IEC 19788-2 può essere utilizzato come punto di partenza per l’adozione dello standard ISO / IEC 19788. La parte 3 promuove l’interoperabilità tra i repository. Si prevede che le comunità di utenti miglioreranno questo profilo applicativo aggiungendo elementi di dati da altre autorità come IEEE-LOM e l’estensione Dublin Core e aggiungendo vincoli di vocabolario. Le future edizioni di questa parte includeranno probabilmente elementi di dati aggiuntivi da Parti 4 e oltre, come elementi di dati tecnici o didattici.

Fornisce informazioni sotto forma di elementi di metadati sulle condizioni relative ai requisiti tecnici, alla posizione e alle informazioni sulle dimensioni

Fornisce un ampio set di elementi di dati che descrivono l’uso previsto o effettivo delle risorse di apprendimento attraverso varie impostazioni giurisdizionali, culturali e linguistiche. La descrizione dell’uso pedagogico di una risorsa di apprendimento include annotazioni, contributi, curriculum, risultati educativi, pubblico e attività di apprendimento.

La parte 7 fornisce i mapping RDF delle diverse entità MLR introdotte nel framework MLR: specifiche degli elementi dei dati, classi di risorse, elementi di dati, profili delle applicazioni, record MLR e specifiche dei gruppi di elementi di dati. Fornisce inoltre una ontologia OWL 2 DL per le classi di risorse e le specifiche degli elementi di dati.

Questa parte consente l’archiviazione di supporto della descrizione delle risorse di apprendimento nei database e lo scambio di descrizioni attraverso meccanismi di raccolta. Può essere utilizzato per tenere traccia del processo di modifica dei record, tra cui l’identificazione dell’autore dei metadati globali, l’ultimo aggiornamento del record e il profilo dell’applicazione utilizzati per la descrizione di una risorsa di apprendimento.

Fornisce elementi di dati per la descrizione di persone (naturali o legali) che sono correlate alla descrizione di una risorsa di apprendimento.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top