cebnews.eu

Antropologia dei media

L’antropologia dei media (anche antropologia dei mass media, antropologia dei media) è un’area di studio all’interno dell’antropologia sociale o culturale che enfatizza gli studi etnografici come mezzo per comprendere i produttori, il pubblico e altri aspetti culturali e sociali dei mass media.

L’uso di metodi qualitativi, in particolare l’etnografia, distingue l’antropologia dei media da altri approcci disciplinari ai mass media. Negli studi sui media, le etnografie dei media sono state di crescente interesse dagli anni ’80. Tuttavia, come sottolinea Stephen Putnam Hughes in una recente revisione, questi studi spesso non si impegnano in rigorose ricerche sul campo etnografico, ignorando o applicando erroneamente tali tecniche antropologiche di riferimento come osservazione partecipante o lavoro sul campo a lungo termine. Date tali differenze, gli antropologi che si interessano ai media si considerano come un sottocampo distinto dagli approcci etnografici agli studi sui media e agli studi culturali.

L’antropologia dei media è un’area abbastanza interdisciplinare, con una vasta gamma di altre influenze. Le teorie utilizzate nell’antropologia dei media spaziano da approcci pratici, associati a teorici come Pierre Bourdieu, nonché a discussioni sull’appropriazione e l’adattamento di nuove tecnologie e pratiche. Approcci teorici sono stati anche adottati dall’antropologia visuale e dalla teoria del cinema, nonché da studi di studi rituali e performativi (es. Danza e teatro), studi di consumo, ricezione del pubblico in studi sui media, nuovi media e teorie della rete, teorie della globalizzazione , teorie della società civile internazionale e discussioni sulle comunicazioni partecipative e governance negli studi di sviluppo.

I tipi di contesti etnografici esplorati nell’antropologia dei media spaziano dai contesti della produzione dei media (ad esempio, etnografie di redazioni di giornali, giornalisti nel settore, produzione cinematografica) a contesti di ricezione mediatica, seguendo il pubblico nelle risposte quotidiane a media come cartoni animati di giornali (Khanduri 2014). Altri tipi includono l’antropologia cibernetica, un’area relativamente nuova della ricerca su Internet, nonché le etnografie di altre aree di ricerca che coinvolgono i media, come il lavoro di sviluppo, i movimenti sociali, i diritti umani o l’educazione alla salute. Questo è in aggiunta a molti contesti etnografici classici, dove media come radio, stampa, nuovi media e televisione (Mankekar 1999, Abu-Lughod 2005) hanno iniziato a far sentire le loro presenze sin dai primi anni ’90.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top