cebnews.eu

Economia domestica

Economia domestica, scienze domestiche o scienze della casa è un campo di studio che si occupa di casa ed economia. Si tratta della relazione tra individui, famiglie, comunità e ambiente in cui vivono.

La famiglia e la scienza del consumatore erano precedentemente conosciute negli Stati Uniti come economia domestica, spesso abbreviata in “casa ec” o “HE”. Nel 1994 varie organizzazioni, compresa l’Associazione americana delle scienze della famiglia e dei consumatori, hanno adottato il nuovo termine “famiglia e scienza del consumatore” per riflettere sul fatto che il campo copre aspetti al di fuori della vita domestica e del benessere. Il campo è anche conosciuto con altri nomi, tra cui scienze umane, scienze della casa e economia domestica. Inoltre, l’economia domestica ha una forte relazione storica con il campo dell’ecologia umana, e dal 1960 un certo numero di programmi di economia domestica a livello universitario sono stati rinominati programmi di “ecologia umana”, incluso il programma della Cornell University.

Uno dei primi a sostenere l’economia della gestione di una casa è stata Catherine Beecher, sorella di Harriet Beecher Stowe. Catherine e Harriet erano entrambi leader nel Nord America della metà del XIX secolo nel parlare della scienza domestica. Venivano da una famiglia molto religiosa che valorizzava l’istruzione soprattutto per le donne. Il Morrill Act del 1862 spinse le scienze domestiche ancora più in là quando le università per la concessione di terreni cercarono di istruire le mogli agricole nella gestione delle loro famiglie mentre i loro mariti venivano istruiti in metodi e processi agricoli. Iowa, Kansas, Nebraska, Illinois, Minnesota e Michigan sono stati i primi leader a offrire programmi per le donne. C’erano donne diplomate di queste istituzioni diversi anni prima delle Conferenze Lake Placid che diedero vita al movimento economico nazionale. Il movimento dell’economia domestica iniziò con Ellen Swallow Richards, che fu la prima donna a frequentare il Massachusetts Institute of Technology e in seguito divenne la prima istruttrice femminile. Attraverso la sua ricerca chimica, divenne esperta in qualità dell’acqua e in seguito iniziò a concentrarsi sull’applicazione dei principi scientifici alle situazioni domestiche. Alla Fiera mondiale di Chicago del 1893, progettò la Rumford Kitchen, una minuscola cucina che serviva pasti nutrienti a migliaia di persone che amavano la giustizia, insieme a una buona dose di educazione alimentare. Ha evitato l’invito a partecipare al Women’s Building, come ha affermato che nessuna delle sue ricerche era solo un lavoro da donne, ma piuttosto un’informazione per tutti. Verso la fine del 19 ° secolo, Richards convocò un gruppo di contemporanei per discutere l’essenza della scienza domestica e di come gli elementi di questa disciplina avrebbero infine migliorato la qualità della vita di molte persone e famiglie. Si incontrarono al lago incontaminato di Lake Placid, a New York, su invito di Melvil Dewey. Nel corso dei successivi 10 anni, questi educatori hanno lavorato instancabilmente per elevare la disciplina, che doveva diventare economia domestica, a una professione legittima. Richards voleva chiamare questa oekologia o la scienza del giusto modo di vivere. L’eutenismo, la scienza dell’ambiente controllabile, era anche un nome della sua scelta, ma “economia domestica” fu infine scelta come termine ufficiale nel 1899. Richards fondò quindi l’American Home Economics Association (ora chiamata American Association of Family and Consumer Sciences nel 1909. Negli anni ’10 l’AHEA vinse il passaggio di due importanti testi legislativi che consentivano agli economisti di stabilire nicchie formali per la ricerca e l’insegnamento all’interno delle istituzioni di istruzione superiore. Smith-Lever Act del 1914 e Smith-Hughes Act del 1917 fornirono finanziamenti per espandere il lavoro di dimostrazione nelle comunità rurali e per sviluppare e insegnare un curriculum di economia domestica nei campus della maggior parte delle università statali. Questa legislazione ha contribuito alla creazione dell’Ufficio di economia domestica, che è cresciuto nel Bureau of Home Economics, presso il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti durante il 20esimo secolo. L’economia domestica è emersa a cavallo del ventesimo secolo come un movimento per addestrare le donne a diventare più efficienti dirigenti domestici. Nello stesso momento, le famiglie americane iniziarono a consumare molti più beni e servizi di quanti ne producessero. Per guidare le donne in questa transizione, l’economia domestica professionale aveva due obiettivi principali: insegnare alle donne ad assumere i loro nuovi ruoli come consumatori moderni e a comunicare le necessità delle casalinghe ai produttori e ai leader politici. Lo sviluppo della professione passò dalle sue origini come movimento educativo alla sua identità come fonte di esperienza del consumatore nel periodo tra le due guerre fino alla sua scomparsa virtuale negli anni ’70. Un ulteriore obiettivo del campo era quello di “razionalizzare le faccende domestiche”, o prestargli lo status sociale di una professione, basandosi su una teoria che le faccende domestiche potessero essere intellettualmente appaganti per le donne impegnate in essa, insieme a qualsiasi beneficio emotivo o relazionale. Nel diciannovesimo secolo, le lezioni di economia domestica erano destinate a preparare le giovani donne per i loro doveri nella casa in ambienti sani. Le lezioni furono offerte per la prima volta negli Stati Uniti, in Canada, in Germania e in Gran Bretagna

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top