cebnews.eu

Funghi nella cultura umana

I funghi svolgono una varietà di ruoli nella cultura umana, sia benefici che dannosi. I lieviti sono stati usati fin dall’antichità per far lievitare il pane e fermentare birra e vino. Più recentemente, i funghi dello stampo sono stati sfruttati per creare un’ampia gamma di prodotti industriali, inclusi enzimi e droghe. Le medicine a base di funghi includono antibiotici, immunosoppressori, statine e molti farmaci anti-cancro. La specie di lievito Saccharomyces cerevisiae è un importante organismo modello nella biologia cellulare. I corpi fruttiferi di alcuni funghi più grandi sono raccolti come funghi commestibili, comprese prelibatezze come i finferli, i porcini e il tartufo, mentre alcune specie vengono coltivate. I funghi muffa forniscono il sapore carnoso (umami) dei prodotti di soia fermentati come il tempeh, il miso e la salsa di soia, e conferiscono sapore e colore ai formaggi erborinati come il Roquefort e lo Stilton. Le muffe producono anche sostituti vegetariani della carne come Quorn. Alcuni funghi, in particolare l’agarico e i funghi psilocibina vengono utilizzati per i farmaci psicoattivi che contengono; questi in particolare sono al centro dello studio accademico nel campo dell’etnomicologia. I funghi creano danni rovinando il cibo, distruggendo il legname e provocando malattie di raccolti, bestiame e umani. I funghi, principalmente muffe come il Penicillium e l’Aspergillus, rovinano molti cibi immagazzinati. I funghi causano la maggior parte delle malattie delle piante, che a loro volta causano gravi perdite economiche. A volte, come nella grande carestia irlandese del 1845-1849, le malattie fungine delle piante, in questo caso la peronospora causata dalla Phytophthora, provocano sofferenze umane su larga scala. I funghi sono allo stesso modo la causa principale delle perdite economiche del legname negli edifici. Infine, i funghi causano molte malattie degli uomini e del bestiame; L’aspergillosi uccide circa 600.000 persone all’anno, principalmente quelle con un sistema immunitario già indebolito.

I lieviti sono stati usati fin dall’antichità per far lievitare il pane e fermentare birra e vino. Più recentemente, i funghi sono stati utilizzati per un’ampia varietà di fermentazioni industriali, sia che lavorassero direttamente per i loro effetti su materiali come la lavorazione della pasta di carta o il biorisanamento dei rifiuti industriali, sia come fonte di enzimi per molti scopi, come il denim sbiadito e ammorbidito per jeans blu alla moda. I funghi producono un’ampia varietà di enzimi industriali tra cui amilasi, invertasi, cellulasi ed emicellulasi, pectinasi, proteasi, laccasi, fitasi, alfa-glucuronidasi, mananasi e lipasi.

I corpi fruttiferi di molti funghi più grandi come i finferli e il porcini vengono raccolti come funghi commestibili. Alcuni, come i tartufi, sono stimati come prelibatezze costose. Sono coltivate alcune specie come l’Agaricus bisporus e i funghi ostrica (Pleurotus spp.). I funghi di muffa sono la fonte del sapore di carne (umami) dei prodotti di soia tempeh, miso e salsa di soia. Tempeh è stato prodotto a Java dal 13 ° secolo. Come il tofu, è fatto in blocchi ricchi di proteine, ma questi hanno una consistenza solida e un sapore terroso, poiché (a differenza del tofu) i chicchi interi vengono trattenuti, fornendo un contenuto più elevato di fibre e vitamine. Anche il miso è ricco di proteine, vitamine e minerali. Viene fermentato da una miscela di soia e cereali, formando una pasta morbida usata per insaporire zuppe e altri piatti giapponesi. La salsa di soia è stata utilizzata in Cina dal II secolo d.C. ed è ora diffusa in Asia. Come il miso, è fatto fermentando una miscela di semi di soia e cereali con muffe come l’Aspergillus oryzae. La muffa Penicillium roqueforti contribuisce alla colorazione blu e gran parte del sapore nei formaggi blu come Roquefort e Stilton. I funghi muffa vengono lavorati per produrre sostituti vegetariani della carne come Quorn.

I funghi sono la fonte di molti tipi di farmaci tra cui antibiotici, immunosoppressori e statine. Le principali classi di antibiotici, le penicilline e le cefalosporine derivano da sostanze prodotte da funghi. Così anche i macrolidi immunosoppressori, le ciclosporine. I farmaci per abbassare il colesterolo, le statine, furono inizialmente prodotti da funghi tra cui il Penicillium. La prima statina commerciale, la lovastatina, fu fermentata dallo stampo Aspergillus terreus. Numerosi farmaci antitumorali come gli inibitori mitotici vinblastina, vincristina, podofillotossina, griseofulvina, aurantiammina, ossalina e neoxalina sono prodotti da funghi.

Molti funghi sono stati usati come medicine popolari in tutto il mondo, anche in Europa e in India, dove le tradizioni sono ben documentate. Alcuni sono stati trovati per avere ingredienti attivi utili, sebbene questi non sempre corrispondano con usi tradizionali dei funghi interessati. Ergot e vari smalti di cereali, come l’Ustilago tritici (semi di grano) erano usati per i disturbi della gravidanza. I lieviti, trasformati in una pasta bollita con farina di frumento, venivano usati in India per trattare la febbre e la dissenteria. Le ferite sono state trattate in Europa con stampi, utilizzando per esempio una fetta di pane ammuffito o di paglia di grano ammuffita, con ingredienti attivi patulina e altri composti simili alla penicillina.

La specie di lievito Sacch

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top