cebnews.eu

Universali umani

Human Universals è un libro di Donald Brown, un professore americano di antropologia (emerito) che ha lavorato presso l’Università della California, a Santa Barbara. Fu pubblicato da McGraw Hill nel 1991. Brown afferma che gli universali umani “comprendono quelle caratteristiche di cultura, società, linguaggio, comportamento e psiche per le quali non ci sono eccezioni conosciute”. Secondo Brown, ci sono molti universali comuni a tutte le società umane. Steven Pinker elenca tutti gli universali di Brown nell’appendice del suo libro The Blank Slate. L’elenco include diverse centinaia di universali e fa riferimento all’articolo successivo di Brown sugli universali umani in The MIT Encyclopedia of the Cognitive Sciences. Gli universali di Brown non sono tutti unici per gli umani, e molti sono realizzati in modo diverso nelle diverse società. La lista è vista da Brown (e Pinker) come prova di adattamenti mentali alla vita comunitaria nella storia evolutiva della nostra specie. p53 Le questioni sollevate dalla lista di Brown sono essenzialmente darwiniane. Si trovano in Descent of Man di Darwin (1871) e The Expression of the Emotions in Man and Animals (1872) e in “Evidence as to Man’s Place in Nature” (1863) di Huxley. L’elenco dà poca enfasi alle questioni di aggressione, conflitto fisico e guerra, che hanno una vasta letteratura in etologia. La lista di Brown ha conflitti e la sua mediazione come oggetti. Prende anche atto del fatto che i maschi umani sono più inclini alla violenza e all’aggressione rispetto alle femmine.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top